MylosAbbIn Italia nel 2015 si registra una significativa crescita del mercato dell’Internet of Things (IoT), pari a 2 miliardi di euro, il 30% in più rispetto al 2014. Si amplia anche lo scenario applicativo e si configurano nuove strategie di utilizzo dei dati resi disponibili dagli oggetti connessi. È il quadro delineato dalla Ricerca dell’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano, presentato durante il recente convegno “Il futuro è già presente!”, nel quale è intervenuta anche ABB, Gruppo leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione.

Il valore dell’accesso alle informazioni generate dalle applicazioni IoT è stato comprovato anche attraverso il recente sondaggio condotto da ABB sulle maggiori utility di energia, acqua e gas nel mondo. L’interconnessione di Cose, Servizi e Persone (IoTSP, Internet of Things, Services and People), che l’azienda sviluppa da oltre un decennio con il suo portafoglio di sistemi di controllo dei processi, soluzioni di comunicazione, sensori e software, consentirà ai clienti di disporre di analisi di dati sempre più integrati, anche grazie ai servizi cloud, con cui migliorare pianificazione, produttività e sicurezza della Smart Factory.

“ABB è un protagonista della quarta rivoluzione industriale perché sta applicando le funzionalità abilitanti di IoTSP ai propri processi produttivi in tutto il mondo e perché, al tempo stesso, sta proponendo questo nuovo approccio ai propri clienti facendo leva sull’integrazione di prodotti, sistemi, software e servizi innovativi e consolidati”, commenta Luca Zanella, Business Development Manager di ABB Italia. “Con le nostre proposte, lavoriamo in stretta partnership con i clienti per aumentare l’efficienza e migliorare la produttività in ogni settore, dalle utility e industrie alla Smart Home e agli Smart Building, fino ai trasporti e alle infrastrutture”.
In ambito Smart Building e Smart Home, la diffusione di soluzioni IoT risponde soprattutto a bisogni di efficienza energetica, sicurezza e comfort, come è il caso delle recenti applicazioni realizzate da ABB nella nuova sede danese di Microsoft, certificata LEED Gold, e nell’avveniristico centro commerciale EmQuartier a Bangkok.
Nella prima, la building automation di ABB a standard KNX permette la gestione intelligente dei 18mila metri quadrati dell’edificio, regolando illuminazione e climatizzazione in base ai dati relativi alle condizioni atmosferiche; anche il calore prodotto da computer e server è rilevato e utilizzato per ridurre gli sprechi di energia.
Nel secondo, è stata realizzata una rete in bassa tensione con più di cento interruttori aperti Emax 2 collegati tra loro, con gli altri dispositivi in impianto e con il sistema di controllo centralizzato, per ottenere il monitoraggio, la gestione e l’ottimizzazione dei consumi di energia dell’intera struttura.

Più specificamente in ambito Smart Home, la Ricerca 2015-16 dell’Osservatorio Internet of Things del Politecnico di Milano registra la propensione crescente dei consumatori a installare oggetti connessi rimandandone però l’acquisto effettivo e prediligendo ancora l’idea di affidare a un tecnico specializzato la realizzazione di un impianto intelligente nella propria abitazione.
Proprio per agevolare l’accesso degli utilizzatori finali all’automazione della casa e per rendere più rapido e facile il lavoro degli installatori, ABB mette a disposizione Mylos free@home.
Il sistema è configurabile e gestibile, oltre che da PC, anche da tablet e smartphone attraverso una app di utilizzo intuitivo, che permette inoltre il controllo dei dispositivi installati nell’abitazione attraverso Internet, con la connessione sicura al portale MyABB.
L’applicazione concreta dell’Internet of Things, Services and People nella Smart Home è resa possibile anche attraverso l’integrazione delle tecnologie di ABB, con l’ulteriore possibilità di affiancare a Mylos free@home l’installazione dell’inverter fotovoltaico con batteria incorporata REACT, consentendo la massimizzazione dell’autoconsumo, dell’autosufficienza energetica e della gestione dei carichi domestici grazie alla apposita app di controllo da remoto attraverso Internet.

Alla fiera di Hannover (25-29 aprile), ABB ha presentato una grande varietà di soluzioni digitali di tendenza che vedono I’IoTSP come l’incarnazione di innovazioni orientate al futuro, allineandosi perfettamente al tema su cui si incentra quest’anno la manifestazione “Industria integrata – Scoprire le soluzioni”. Le soluzioni IoTSP di ABB sono progettate per migliorare la produttività, aumentare l’efficienza e aprire la porta a nuovi modelli di business. Ciò consente ai clienti di ottimizzare i servizi e rafforzare considerevolmente i loro vantaggi in termini di competitività.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here