guida raeeAnie amplia la propria guida Raee con 4 nuovi allegati tecnici. Disponibili anche gli allegati relativi a: caldaie, stufe, caminetti e termocucine a biomassa; impianti e apparecchiature segnalazione e rilevazione fumo/incendio, evacuazione audio (EVAC); cavi e conduttori elettrici e prodotti di arredamento, finiture per l’edilizia e schermature solari, realizzato in collaborazione con Federlegno Arredo

Mancano poco più di due settimane all’apertura dello scopo della Direttiva RAEE e ANIE Federazione, una delle più importanti organizzazioni Confindustriali per peso e rappresentatività che, con oltre 1.300 aziende associate, 468.000 addetti e un fatturato aggregato di 78miliardi di euro, rappresenta la casa delle tecnologie italiane nei mercati dell’Industria, dell’Energia, del Building e delle Infrastrutture di trasporto, interviene nuovamente a supporto delle imprese associate pubblicando 4 nuovi allegati tecnici aggiuntivi alle proprie “Linee Guida al campo di applicazione della Direttiva RAEE II e al recepimento italiano Dlgs 49/2014”.

Grazie ai nuovi allegati vengono fornite indicazioni operative sulla classificazione domestica o professionale, nonché sulla corretta categorizzazione, per le seguenti tipologie di nuove AEE che rientreranno nello scopo della disciplina RAEE dal 15 agosto 2018:

  • Cavi e conduttori elettrici
  • Caldaie, stufe, caminetti e termocucine a biomassa
  • Impianti e apparecchiature segnalazione e rilevazione fumo/incendio, evacuazione audio (EVAC)
  • Prodotti di arredamento, finiture per l’edilizia e schermature solari, realizzato in collaborazione con Federlegno Arredo.

Per questi nuovi allegati tecnici ANIE si è allineata alle recenti Delibere emanate dal Comitato di Vigilanza e Controllo RAEE, Pile e Accumulatori, in modo da garantire la massima coerenza con le disposizioni del legislatore nazionale oltre che comunitario. In particolare, per quanto riguarda i cavi il nuovo Allegato riprende fedelmente il parere contenuto nel documento ministeriale “Indicazioni operative sull’ambito di applicazione “aperto” del dlgs. 49_2014” che individua come cavi rientranti nello scopo RAEE esclusivamente i cavi dotati di connettori, ovvero cordoni prolungatori, multiprese e avvolgicavi.

Analogamente anche i nuovi Allegati su stufe e caminetti e su impianti rilevazione fumo, incendio e EVAC, si allineano alle recenti Delibere del CVC RAEE, del 26 luglio scorso, aventi come oggetto la categorizzazione delle apparecchiature nelle nuove 6 categorie dell’Allegato IV al D.lgs. 49/2014, con cui il Comitato di Vigilanza approva di fatto una tabella di “transcodifica” per la corretta assegnazione delle AEE già incluse nello scopo della RAEE, nonché l’introduzione di 4 nuove sottocategorie al fine di favorire la corretta classificazione delle AEE da parte dei produttori.

Nel dettaglio le nuove sottocategorie riguarderanno:

· 4.15 mainframe

· 4.16 stufe elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, grandi elettrodomestici utilizzati per riscaldare stanze, letti e mobili per sedersi nonché altre apparecchiature di grandi dimensioni.

· 5.24 apparecchiature di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, friggitrici, frullatori, macina caffè elettrici e apparecchiature per aprire o sigillare contenitori o pacchetti, asciugacapelli, spazzolini da denti elettrici, rasoi elettrici, apparecchi per massaggi e altre cure del corpo, altre apparecchiature per la pulizia nonché altre apparecchiature di piccole dimensioni.

· 6.8 Agende elettroniche, macchine da scrivere elettriche ed elettroniche, altri prodotti e apparecchiature per raccogliere, memorizzare, elaborare, presentare o comunicare informazioni con mezzi elettronici, fax, telex, telefoni pubblici a pagamento, segreterie telefoniche e altri prodotti o apparecchiature per trasmettere suoni, immagini o altre informazioni mediante la telecomunicazione nonché altre piccole apparecchiature informatiche e per telecomunicazioni.

Le nuove categorie 4.16 e 5.24 rispondono all’esigenza, manifestata da ANIE e dal Centro di Coordinamento RAEE, di prevedere l’introduzione di nuove sottocategorie «aperte» per evitare, in fase di dichiarazione al Registro AEE, la non corretta categorizzazione dei prodotti.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here