torreallianzTorre Allianz, ad oggi il grattacielo più alto d’Italia con i suoi 207 metri, progettato dagli archistar Arata Isozaki e Andrea Maffei, è ormai un’icona per il nuovo skyline di Milano.
EAE, multinazionale leader nella produzione di condotti sbarre, ha completato la fornitura dei condotti sbarre di potenza per la distribuzione elettrica, lungo le dorsali da 1250A disposte ai due lati della torre. Le linee erano divise in due parti, una ascendente da quota 0 e l’altra discendente dal piano 48, dove sono presenti tre cabine elettriche. Su ciascuna linea sono state posizionate le cassette di derivazione che alimentano ciascun piano della torre. EAE ha inoltre fornito tutti i condotti di collegamento fra quadri elettrici e trasformatori nelle dodici cabine elettriche, posizionate a quota 0 e al piano 48, con portate da 1600A a 4000A.

condottisbarreeaeI condotti forniti sono di tipo compatto e sono stati scelti grazie a caratteristiche altamente performanti quali ingombri e pesi ridotti, velocità di montaggio, certificazioni di resistenza al fuoco (tre ore per le barriere antifiamma, unico condotto compatto a garantire e certificare questa prestazione), certificazione sismica (sono stati forniti anche i supporti antisismici, customizzati secondo le richieste specifiche del cliente, per rispondere ai ridottissimi spazi disponibili).

Con una presenza capillare in oltre sessanta Paesi e un’ampia gamma di prodotti e soluzioni nel trasporto e distribuzione dell’energia elettrica, EAE si conferma tra le realtà più innovative del settore. I condotti sbarre rappresentano la scelta più moderna ed efficace per collegamenti elettrici di media/elevata potenza, come anche per gli impianti di illuminazione. Una vera e propria evoluzione rispetto alle tradizionali soluzioni in cavo. Infatti i condotti sbarre sono progettati per ridurre al minimo gli ingombri, semplificando notevolmente l’attività di progettazione, installazione e manutenzione, con un considerevole risparmio dal punto di vista economico. Tecnologia ideale in settori come ospedali, grandi industrie (automotive, energia, siderurgia), oil&gas, data center, centri commerciali, palazzi uffici, hotel di grandi dimensioni, impianti sportivi, centrali elettriche, metropolitane, ferrovie; tutti ambiti in cui risparmiare spazio e tempi di installazione è fondamentale. Vincente anche sul fronte sicurezza, la scelta del condotto sbarra riduce notevolmente i campi magnetici e garantisce maggior resistenza al corto circuito.

Le certificazioni sono un altro plus del gruppo. Oltre a quelle legate al processo produttivo, tipiche ormai della maggioranza delle aziende, fiore all’occhiello sono le certificazioni di prodotto, in particolare in quattro filoni fondamentali: certificazione sismica, di grado IP67 e di resistenza al fuoco, oltre alla certificazione Rina per il montaggio a bordo nave.
In Italia il gruppo può contare dal 2007 su una propria filiale a Segrate.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here