Un’attenta progettazione sotto il profilo energetico e un’accurata scelta e dimensionamento impiantistico hanno permesso di garantire un bassissimo impatto ambientale ed elevati risparmi sui futuri costi di gestione

Nel Comune di Offanengo, importante centro agricolo nella campagna cremonese, è stata realizzata un’opera di grande valore, sia dal punto di vista architettonico, sia dal punto di vista sociale, si tratta infatti della nuova sede dell’Oratorio San Giovanni Bosco.

Il complesso occupa una superficie di 17.000 mq al centro del paese, su un’area adiacente alle scuole primarie e secondarie ed alla Chiesa Parrocchiale. Il progetto è nato con un duplice obiettivo, in primo luogo quello di offrire alla comunità locale un nuovo oratorio per lo svolgimento delle attività educative e spirituali, in secondo luogo, quello di consegnare alla città uno spazio pubblico, un vero e proprio centro aggregativo e polifunzionale, votato all’accoglienza delle numerose realtà associative cittadine che in questo luogo trovano spazi idonei e fruibili.

Il nuovo oratorio si compone da un corpo di fabbrica principale in Classe Energetica B, disposto su 3 piani fuori terra e uno interrato, oltre a una dependance adibita a segreteria/uffici e punto di accoglienza polifunzionale. Al piano terra trovano collocazione il teatro, il bar, una grande cucina e i servizi igienici; al primo piano ci sono 6 aule per il catechismo, una piccola chiesetta, l’abitazione del curato e una seconda abitazione polifunzionale; il piano interrato ospita dei box auto, il magazzino del bar e altri locali adibiti a deposito per il teatro. La vasta area esterna, confinante con il vecchio oratorio, comprende spazi verdi e pedonali attrezzati per lo sport, con due campetti da calcio a 5, da tennis, pallavolo e pallacanestro.

I requisiti del progetto impiantistico

Dal punto di vista impiantistico, il progetto doveva rispettare due requisiti fondamentali: efficienza energetica e prestazioni tecnologiche elevate, soprattutto in relazione ai controlli accessi ed alla videosorveglianza. Questo luogo è frequentato ogni giorno da 400 bambini e da circa 150 volontari, era quindi di estrema importanza prevedere un sistema di sicurezza innovativo e facile da gestire.

“La soluzione a entrambe le esigenze l’abbiamo trovata con Bticino – afferma Roberto Cicognani, titolare della società BMG Elettric -realizzando un impianto domotico My Home gestito interamente da remoto in grado di controllare impianto di climatizzazione, termoregolazione, illuminazione (alcune zone sono gestite per ottimizzare l’illuminazione negli ambienti con sistema Lighting Management stand-alone), apertura e chiusura persiane e sistema di TVCC. La visualizzazione centralizzata dell’impianto è stata realizzata all’interno dell’appartamento del curato, collocato al secondo piano della struttura, da cui è possibile gestire tutti i servizi tramite un pannello di controllo Touch Screen che, con estrema facilità, consente di chiudere o aprire le persiane, accendere o spegnere luci, regolare le temperature e controllare l’intera struttura, il tutto senza dover ispezionare l’immobile zona per zona”.

Altra realizzazione molto importante per i fruitori dell’oratorio è il sistema di controllo accessi con lettori badge integrati nei posti esterni Videocitofonici Sfera New e Sfera Robur. Essendo la struttura molto grande e articolata in spazi con funzioni diverse, esistono numerosi ingressi, che si è deciso di gestire attraverso un sistema di badge integrati nei posti esterni videocitofonici contraddistinti da colori diversi e abilitati solo ad aprire e chiudere determinati accessi. Per esempio i catechisti sono abilitati ad aprire con il proprio badge solo le aule di catechismo, il gestore del bar può accedere solo alla zona di sua pertinenza, e così via, mentre il curato, ovviamente, può accedere a qualsiasi area.

“Si è trattato – ha proseguito Cicognani – di un lavoro abbastanza complesso, il cui progetto mutava con il passare dei giorni poiché da parte della committenza arrivavano richieste di modifiche o ampliamenti rispetto a quanto preventivato a inizio lavori. BTicino, nella persona di Fabio Ambrosini, Funzionario Tecnico Commerciale Area Bergamo, ci ha seguito con grande attenzione, supportandoci oltre nella trattativa commerciale anche dal punto di vista tecnico durante lo sviluppo del progetto. La committenza è molto soddisfatta dei risultati che abbiamo raggiunto, soprattutto in termini di risparmio energetico. L’impianto ha già brillantemente superato la prima stagione invernale e i costi per il riscaldamento della struttura sono stati al di sotto delle stime”.

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here