Moving green box europeLa chiamano Internet of Things, Internet delle Cose, dove oggetti intelligenti (smart object) possiedono una o più funzionalità tra le quali: identificazione, localizzazione, diagnosi stato, interazione con l’ambiente circostante, elaborazione dati, connessione. Dai risultati dell’Osservatorio Internet of Things (IoT) realizzato da Osservatorio.net in collaborazione con il Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano, emerge un progressivo aumento di valore delle soluzioni IoT su rete cellulare, in controtendenza rispetto alla flessione del mercato ICT in Italia. Lo Smart Car è l’ambito che cresce di più in termini di fatturato (+35% rispetto al 2012). A livello globale, le applicazioni IoT per la gestione della viabilità vede nel 65% delle città analizzate almeno una iniziativa realizzata, come applicazioni di illuminazione intelligente per il tele monitoraggio e il telecontrollo dei lampioni e di raccolta rifiuti per l’identificazione dei cassonetti e il supporto alla tariffazione puntuale. Un esempio interessante è il progetto Compass4D avviato a Verona, in cui la comunicazione tra veicoli e sistema semaforico consente di migliorare fluidità e sicurezza della circolazione. (Antonia Lanari)

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here