energie rinnovabili 2Nata negli scorsi mesi con l’intento di riunire aziende attrici dell’energia da fotovoltaico, eolico, mini idraulico, biomasse e geotermia, ANIE Rinnovabili ha recentemente organizzato un tavolo di confronto dal quale sono emerse strategie mirate al lancio del settore e non sono mancate proposte sullo sviluppo dei sistemi di accumulo, delle smart grid e misure per promuovere l’efficienza energetica.

Snellimento burocratico, facilitazione dell’accesso al credito, estensione della detrazione IRPEF al 50% e sostituzione dell’amianto sono le quattro misure a sostegno del comparto emerse dall’incontro. ANIE Rinnovabili ha inoltre incassato l’adesione di IFI, a seguito della volontà espressa dal suo Presidente Alessandro Cremonesi di far parte della neonata Associazione.

All’evento è intervenuto anche il Senator Gianni Pietro Girotto, membro della X Commissione Industria Senato, che si è impegnato a portare le istanze di ANIE presso le sedi di discussione competenti.

“Siamo molto soddisfatti di questo incontro – ha dichiarato Claudio Andrea Gemme, Presidente di ANIE Confindustria – nonché di aver trovato un interlocutore istituzionale competente, che possa farsi portavoce del sentimento del mondo industriale nei confronti di alcuni provvedimenti di estrema attualità. Innanzitutto sulla norma “taglia bollette”, conosciuta anche come “spalma incentivi”, ANIE ritiene che non si debba procedere ad una rimodulazione ulteriore dei meccanismi incentivanti. ANIE Confindustria – ha proseguito Gemme – è favorevole invece ad un meccanismo di emissione di bond che coinvolga il GSE e la Cassa Depositi e Prestiti. Una misura, di fatto, più efficace perché consente di incidere sulla componente A3 della bolletta, ovvero quella degli oneri di sistema che garantiscono dei risparmi molto più ingenti e immediati.”

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here