batteries-sorted1Il Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori – CDCNPA ha diffuso  i primi dati sulla raccolta 2013 di pile e accumulatori pari complessivamente a 8.440.000 kg. In costante e continuo aumento anche il numero di punti di raccolta serviti che, a fine 2013, erano 3.270. Il dato più interessante è però quello relativo alla percentuale di pile portatili esauste raccolte rispetto al quantitativo di pile e accumulatori nuovi immessi sul mercato nello stesso anno: per il 2013 questo dato è pari al 31,8% con un incremento rispetto all’anno precedente di oltre 4 punti percentuali. I rifiuti raccolti provengono sia dalle attività direttamente coordinate dal CDCNPA (circa 2,8 milioni di kg), sia dalle attività di raccolta volontaria (quasi 5,7 milioni di kg) svolte dai singoli Sistemi di Raccolta creati dai produttori di pile e accumulatori. Il servizio attualmente è offerto a diverse tipologie di punti di raccolta che, alla fine dello scorso anno erano complessivamente 3.270, quasi il doppio (+82%) rispetto all’anno precedente. Nel 2013 i punti di raccolta degli esercizi commerciali e della grande distribuzione attivati arrivano quasi a triplicare il dato del 2012 e diventano 1.678 unità. Importante anche la rete dei centri diraccolta comunali che in un anno passa da 1.069 a 1.553 strutture. Completano la rete di raccolta gli oltre 30 impianti di trattamento dei RAEE. Dall’inizio del 2014, inoltre, si sono attivati nuovi servizi di ritiro anchepresso i centri di stoccaggio che effettuano attività di raccolta sul territorio.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here