Electricity pylons in a field

Sarà presentato probabilmente all’inizio del 2016 il nuovo progetto di direttiva UE sull’efficienza energetica che dovrebbe contenere obiettivi e misure per incrementare i tagli ai consumi energetici del 2030. Secondo il progetto di relazione la maggior parte degli Stati membri deve “accelerare i rispettivi livelli di ambizione” per colpire i propri obiettivi di efficienza energetica per il 2020. Si tratta infatti di un terreno dove le nazioni europee fanno fatica a stare al passo con quanto richiesto da Bruxelles; lo scorso marzo praticamente ogni Stato membro dell’Unione europea, con la sola eccezione di Malta, si è trovato nel mirino di un’azione legale della Commissione UE per aver recepito in maniera errata la direttiva sull’efficienza energetica nel diritto nazionale.
Per rinforzare il percorso comune, nel mese di ottobre i leader europei hanno convenuto di aumentare l’efficienza energetica del 27% entro il 2030, rispetto ai livelli del 1990, come parte di obiettivi del nuovo pacchetto clima-energia.

In questo contesto si inserisce la nuova direttiva UE sull’efficienza energetica, che avrebbe tra le sue misure quella di facilitare i piccoli progetti di retrofit energetico e taglio dei consumi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here