shutterstock_53900341 Ḕ stato siglato in via definitiva, l’atto di fusione che da oggi vede Assistal  e Agesi (Associazione Imprese del Facility Management ed Energia) come un unico soggetto associativo.

Rafforzamento della rappresentanza, indirizzo verso le associazioni di filiera  e quindi maggiore capacità di fare sistema, ampliamento del ventaglio dei servizi offerti, supporto a nuovi business e contenimento dei costi per le imprese associate: questi, tra gli obiettivi primari del percorso di razionalizzazione dell’assetto organizzativo delle due associazioni, entrambe parte del Sistema Confindustriale e aderenti a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici (CSIT) – culminato con la sigla dell’Atto di Fusione.

Un’operazione che prende le mosse dalla comune volontà delle due Associazioni di ridurre la diffusa tendenza alla frammentazione che colpisce il Sistema Associativo del nostro Paese, fornendo al mercato un segnale per un nuovo, più credibile ed organico  rapporto con il fronte degli Organismi Tecnici, una maggiore capacità di azione che va nella direzione di un approccio più costruttivo e finalizzato a raggiungere, con maggiore forza, comuni obiettivi, oltre a rafforzare la rappresentanza nei confronti delle Istituzioni.

 “Oggi – affermano i due Presidenti Giuseppe Gargaro, di  Assistal  e  Vincenzo Albonico,  di Agesi bisogna avere la capacità di fare sistema anche e soprattutto a livello associativo e sarebbe  profondamente controproducente rimanere inerti di fronte all’evoluzione del mercato  e questa unione rappresenta un pregevole punto di forza che ci darà modo di essere ancora più vicini ai nostri interlocutori, quale punto di riferimento credibile , in grado di fornire un supporto ed una guida a 360° su tutta la filiera  dell’Efficienza Energetica nel Settore Pubblico, Privato , Industriale e delle Infrastrutture, partendo   dalla progettazione alla realizzazione degli impianti, ai servizi energetici e del Facility Management .

Questa operazione – affermano i due Presidenti – consentirà, inoltre, di raggiungere una maggiore efficienza operativa ed un potenziamento nell’offerta dei servizi alle imprese con un rafforzamento dell’area della formazione e della diffusione delle buone pratiche dei Settori rappresentati, nonché di beneficiare di una conseguente riduzione dei costi per le imprese associate”.

Una fusione, quindi, che – nascendo dallo stretto legame tra due mondi oggi profondamente interconnessi  quali la progettazione, la costruzione degli impianti e la gestione degli stessi attraverso i servizi energia che sono alla base  dell’Efficienza Energetica genera  una realtà che, operando in termini di filiera e di sistema, consentirà anche una maggiore facilità di aggregazione con il settore delle Costruzioni  per la realizzazione e la riqualificazione degli edifici.

Questo percorso  va nella direzione già delineata dal Sistema Confindustriale, proprio oggi al centro di una vera e propria riorganizzazione, di una maggiore efficienza e consolidamento delle politiche di sistema.

Un cambio di paradigma all’interno del panorama associativo che amplia il perimetro di rappresentanza dell’Associazione, che da oggi andrà ad assumere la veste di unica rappresentante dell’intero comparto Impiantistico e dei Servizi, così come definito nel nuovo Statuto, con la denominazione “ASSISTAL – Associazione Nazionale Costruttori di Impianti e dei Servizi di Efficienza Energetica (E.S.Co.) e Facility Management”.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here