CaravaggioReggianiÈ visitabile fino al 17 aprile presso il Salone delle Feste della Reggia di Monza la Mostra “La Flagellazione di Cristo del Caravaggio”, di cui Reggiani Illuminazione è Lighting Sponsor.

Anche quest’anno Reggiani conferma così il proprio impegno nel settore museale con un progetto nato per illuminare l’opera di colui che rivoluzionò l’uso della luce nella pittura.

La mostra si inserisce in un progetto realizzato dal Consorzio Villa Reale e Parco di Monza e “il Cittadino di Monza e Brianza” che ogni anno offrono al pubblico un’opera artistica di elevato pregio in forma gratuita. Dopo il successo riscosso dal San Francesco in meditazione di Caravaggio, al secolo Michelangelo Merisi, quest’anno è la volta della Flagellazione di Cristo, opera realizzata dallo stesso autore nel biennio 1607-1608 e proveniente dal Museo Nazionale di Capodimonte, ove dimora dal 1972, prestato dal FEC (Fondo Edifici di Culto).

Siamo orgogliosi di poter nuovamente contribuire con le tecnologie Reggiani ad un progetto volto a diffondere l’arte in forma gratuita”, dice Matteo Reggiani, Corporate Strategic Officer di Reggiani.

Il percorso espositivo è pensato in modo tale da avvicinare diverse tipologie di visitatore ad una fruizione idonea, attraverso una serie di strumenti quali guide che accolgono e accompagnano di volta in volta piccoli gruppi di persone, video descrittivi e un QR-code per l’accesso a contenuti più approfonditi. Fulcro della mostra è appunto la sala con la Flagellazione di Cristo, il cui progetto è stato curato dall’architetto Valeria Erba.

L’intero percorso illuminotecnico curato da Reggiani segue un’illuminazione naturale così da aiutare il visitatore ad immergersi nel contesto, mentre luci di tipo omogeneo sono state riservate alle grafiche a parete, in modo da facilitarne la lettura. L’illuminazione dell’opera più importante è stata invece studiata per valorizzare i forti chiaro-scuro, che hanno reso Caravaggio il “maestro delle luci”, attraverso un sistema di proiettori a LED ad alta resa cromatica, filtrati da dispositivi in grado di far risaltare particolari più significativi dell’opera. Sunluce è il nome dei corpi illuminanti presenti nella sala del Caravaggio, un sistema compatto con dimmer integrato e concentratore ottico anti-abbagliante removibile, progettato ad hoc per le installazioni museali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here