Smart working, ambienti confortevoli ed una filosofia di lavoro che alza la qualità della vita costituiscono i fondamenti di Casa Siemens, headquarter italiano della celebre multinazionale, precisamente nella zona Adriano di Milano. E questo benessere è da oggi supportato anche da concreta sostenibilità grazie ad una microgrid aziendale e ad avanzati sistemi di building automation, fondamentali per ottenere impianti energeticamente efficienti.

Massimo autoconsumo

Con la potenza di oltre 1 MW, la microrete intelligente costituisce un modello di generazione energetica distribuita che, grazie ad una gestione bilanciata ed accurata dei carichi elettrici e della produzione, permette di massimizzare l’autoconsumo e ridurre il carico sulla rete nazionale.

Si tratta di un progetto che si inserisce nel più ampio obiettivo decarbonizzazione di Siemens: emissioni ridotte del 50% entro il 2020 con la sede che sarà completamente green e a emissioni a zero entro il 2030».

La combinazione di energie rinnovabili e accumulo

Casa Siemens è un vero e proprio emblema di integrazione di tecnologie e building diversi che permette di alimentare due edifici, uno smart building nuovo certificato Leed Gold e uno storico degli anni ’60 completamente rinnovato, per circa 32 mila metri quadri complessivi e 1800 persone.

I dati energetici sono analizzati in cloud per l‘ottimizzazione dei consumi finali e si calcola che in alcuni periodi dell’anno la sede autoprodurrà tutta l’energia di cui necessita tramite i due impianti fotovoltaici installati su tetto. In questi periodi, Casa Siemens sarà pienamente autosufficiente e ad emissioni zero, andando addirittura a produrre durante il weekend un surplus di energia rinnovabile, che il sistema immetterà automaticamente prima nello storage e poi nella rete nazionale diventando per periodi limitati Carbon Positive. Si calcola che ogni anno saranno immessi nella rete nazionale 40.000kWh di energia pulita: il 4% della produzione annua complessiva dei due impianti fotovoltaici.

Funzionamento e supervisione

Per prendere decisioni in tempo reale, c’è un’intelligenza che raccoglie informazioni, un sistema centrale di gestione dell’energia che permette all’energy manager di avere una supervisione completa sull’uso dell’energia degli impianti.

L’Energy IP – Distributed Energy OPtimization raccoglie infatti i dati provenienti dai dispositivi di campo collocati sui vari impianti e crea un algoritmo che permette di ottimizzare i sottosistemi di energia e quindi i consumi finali per raggiunge sempre la massima efficienza.

«Questa microgird – ci ha spiegato Marco Stazi, Energy Manager di Siemens – è nata qui poiché qui ha sede il centro di ricerca per lo sviluppo dell’EnergyIP Distributed Energy Optimization, il software che sta alla base di questo sistema. Casa Siemens è il luogo giusto per implementare le tecnologie e dare la possibilità di sviluppare protocolli nuovi».

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here