illuminotecnicaLo spirito del fondatore, Federico Palazzoli, definisce la storia, modella il presente e dirige il futuro dell’azienda bresciana

Creare componenti elettromeccanici così performanti e affidabili da diventare il punto di riferimento per ingegneri e installatori, negli ambienti più disparati: dalle prime centrali elettriche alle acciaierie, alle navi in alto mare o, più di recente, nei centri commerciali e nelle gallerie ferroviarie e stradali. E, così, estendere i limiti del possibile.

Questi lo spirito, la visione e la missione di un’intera vita per Federico Palazzoli, fondatore dell’azienda simbolo dell’elettrotecnica italiana.

Nel 21mo secolo, questo spirito si mantiene nella cultura dell’azienda, salvaguardandone i valori e ispirandone i più alti standard di eccellenza, in tutti i settori di attività, dalle soluzioni installative per l’elettrificazione di terziario, industria, tunnel e aree all’aperto, ai settori ATEX, navale e automazione, fino alle soluzioni per l’illuminazione di facciate, insegne, aree commerciali, impianti sportivi, industrie e strade.

Questa filosofia ha indotto Palazzoli a estendere i limiti del possibile in ogni aspetto del lavoro, nella ricerca dell’eccellenza perpetua: dalle attrezzature specializzate, che l’azienda ha sviluppato per produrre e testare connessioni e apparecchiature per luoghi a rischio di esplosione e corpi illuminanti, ai laboratori di ricerca e sviluppo, ai reparti che sono continuamente ottimizzati per consentire la massima qualità del lavoro.

Oltre i limiti applicativi

Da oltre un secolo Palazzoli realizza prodotti d’illuminazione di massima qualità, a partire dalle applicazioni heavy duty. La storia di Palazzoli nell’illuminazione infatti arriva proprio da settori difficili come il navale, l’ATEX, il tunnel e l’industriale pesante. Uno dei simboli storici di questa gamma è infatti RINO, la plafoniera in acciaio inox caratterizzata da una tale resistenza alla corrosione che permette d’installarla nei luoghi più aggressivi.illuminotecnica

 

 

Si aggiungono oggi META, il “cerchio perfetto di luce”, l’apparecchio high-bay rotondo che agevola l’utilizzatore con il maggior comfort visivo, facilita l’installazione, allunga la durata, grazie a una perfetta dissipazione termica, cancella la manutenzione, assicura il massimo risparmio energetico ed economico. E TIGUA, l’apparecchio illuminante polivalente utilizzabile per proiezione, sospensione, armature stradali e gallerie/tunnel. Leggero, compatto, versatile, duraturo, efficiente, sicuro ed economico, garantisce le migliori condizioni visive e le più alte prestazioni per tutte le esigenze impiantistiche.

Oltre i limiti di tempo e spazio

Far bene le cose dall’inizio è il modo migliore per non dover rifarle. Un pensiero semplice.

I prodotti d’illuminazione di Palazzoli sono progettati e realizzati per essere stagni alla polvere e all’acqua, cancellando il bisogno di manutenzione. L’involucro stagno serve a protezione dei LED all’interno che, grazie alla loro affidabilità e una perfetta dissipazione termica, garantiscono una lunga durata di mantenimento del flusso luminoso (oltre 100mila ore per META e TIGUA), paragonabile alla durata del tetto dell’immobile in cui è installato.

Lunga durata e manutenzione cancellata significano anche risparmio energetico, e sensibilità green. Nello stabilimento di Brescia, infatti, e ovunque nel mondo, il team Palazzoli opera nel più rigoroso rispetto per l’ambiente. Tutti i cicli di lavoro sono certificati green: nessun materiale tossico utilizzato, nessun tipo di emissione dannosa. Appositi impianti fotovoltaici producono il 100% dell’energia elettrica consumata.

I giudici internazionali del Red Dot Design Award nel 2018 hanno premiato META e TIGUA, sviluppati con l’ausilio dello studio Marco Gaudenzi&Associati, come prodotti in cui la bellezza guida la funzionalità. La forma a corona circolare di META, per esempio, è molto più che un’espressione originale e affascinante: in quanto rotosimmetrico, è facilità d’installazione, senza bisogno di regolazione.

Il regolamento della progettazione Palazzoli

Per raggiungere il massimo livello di qualità, un prodotto illuminotecnico passa attraverso un processo di progettazione preciso ed efficace, che si svolge con questi passaggi.

Chiarezza della funzione. Redigere una dettagliata analisi del mercato e degli aspetti tecnici come intenzioni base del progetto, prima di partire con un nuovo piano di lavoro.

Semplicità del progetto. Affiancare la progettazione meccanica, elettrica e ottica con un’analisi della componentistica elettronica, per realizzare un prodotto semplice e chiaro per l’utilizzatore finale.

Qualità della manifattura. Realizzare i prodotti su complesse linee di montaggio automatizzate con il 100% di verifica meccanica ed elettronica così da garantire qualità e affidabilità. Tutta la produzione è monitorata costantemente dall’assicurazione qualità.

Efficacia della promozione. Fornire un modello innovativo basato sull’eccellenza dei prodotti, sulla convenienza dell’installazione e sulla durata delle prestazioni, per rendere il nostro cliente l’autore di soluzioni illuminotecniche all’avanguardia.

Agilità nelle risposte. Realizzare nuovi prodotti anche su specifica del cliente. Mettiamo in atto tutte le iniziative che consentono di perfezionare e accrescere le competenze, la creatività, l’intelligenza e la partecipazione attiva di tutti i collaboratori.illuminotecnica

 

Il ciclo produttivo
Materiali

Palazzoli utilizza molteplici materiali. Per gli involucri dei prodotti di illuminazione utilizza una lega di alluminio trattata contro la corrosione tramite un processo di passivazione e verniciata in un impianto del tutto automatizzato, e l’acciaio, zincato verniciato o inox in versione AISI304 per l’industriale e l’ATEX, inox AISI316L per applicazioni navali. I diffusori sono in vetro temprato o in policarbonato con certificazione HACCP per ambienti alimentari.

All’interno vengono montati LED che, grazie a un’ottima gestione termica, garantiscono una lunga durata di mantenimento del flusso luminoso.

Le lenti, montate sulle schede con un processo automatizzato, sono in grado di realizzare dalla semplice ottica simmetrica per applicazioni industriali alle fotometrie più complesse dell’ingresso di un tunnel stradale.

Gli alimentatori possiedono un’alta protezione contro le scariche in ingresso (fino a 10kV) e un bassissimo flicker residuo (minore di 0,69%).

Assemblaggio e test

I vari componenti vengono montati su apposite linee adibite per l’assemblaggio di apparecchi di illuminazione, caratterizzate da specifici accorgimenti contro le scariche elettrostatiche particolarmente dannose per i dispositivi LED.

Dopo essere stati assemblati, tutti i prodotti devono superare il test del burn-in, della durata di 24 ore, che garantisce al mercato un prodotto già accuratamente verificato in fabbrica.

Stoccaggio

Infine i prodotti vengono trasferiti al magazzino con veicoli AGV (Automated Guided Vehicle), veicoli autonomi caratterizzati da grande flessibilità di utilizzo, così da ridurre i costi accessori. Il magazzino di 50mila metri cubi è completamente automatizzato: ridotti drasticamente i tempi di preparazione e di consegna, ancora più alta la qualità del servizio.

Consegna e soddisfazione del cliente

Quando il prodotto lascia il magazzino raggiunge il cliente, garantendo la sua massima soddisfazione, per il prodotto e per il servizio. La soddisfazione, altrettanto duratura, del cliente finale è l’obiettivo principale del ciclo produttivo, valore fondamentale cui Palazzoli si è sempre riferita, nella consapevolezza della sua priorità come fattore di crescita.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here